Tel: 334 738 6066 - Mail: artigianidelcolore@gmail.com

Il parquet con le sue innumerevoli combinazioni di essenze, colori e schemi di posa, è uno dei rivestimenti più amati.

In questo articolo il Colorificio Artigiani del Colore, ti spiegherà le tipologie e i colori che puoi scegliere e acquistare per il restyling della tua casa.

Tra tante alternative di formato, specie legnose e finiture, come scegliere il parquet migliore per la tua casa? Puoi acquistare il parquet scelto anche al nostro Colorificio Artigiani del Colore, sulle sponde del Lago Maggiore.

Ecco la descrizione delle tipologie di parquet:

  • Il parquet tradizionale o in legno massello è il classico pavimento in legno pieno, caratterizzate da uno spessore mai inferiore ai 12/13 mm e dall’incastro “maschio-femmina” sui lati. È venduto e posato grezzo e riceve tutte le finiture – verniciatura, ceratura, oliatura, levigatura e lucidatura – una volta posato.
  • Il parquet prefinito è il parquet anche chiamato “multistrato” perché composto non da un unico foglio di legno massello ma da due strati con incastri sui fianchi. È sicuramente più veloce nella posa ed è montato già finito, senza la necessità di ulteriori procedimenti.
  • Il parquet antico è costituito da vecchio legname di travi e di tavole provenienti da casali, da castelli, da baite, che viene recuperato e ripulito dalla presenza di chiodi e dai residui. Essendo molto costoso, viene spesso sostituito con il parquet anticato, costituito da travi nuove lavorate con tecniche tradizionali a riprodurre le imperfezioni del tempo e dell’usura.
  • Il parquet industriale è una tipologia di parquet che negli ultimi anni ha avuto un forte diffusione grazie al suo aspetto piacevole al suo costo decisamente contenuto, in quanto costituito dagli scarti del legno di altre lavorazioni e delle parti meno pregiate dei legnami.

Oltre alla tipologia, è vasta anche scelta del colore: in commercio esistono molte tipologie di colori, sfumature, venature e finiture in grado di soddisfare ogni esigenza estetica e di gusto.

Ecco alcuni consigli del Colorificio Artigiani del Colore per scegliere il colore giusto per la tua ristrutturazione casa.

Se abbiamo un ambiente poco luminoso meglio scegliere legni dalle essenze chiare, come l’acero americano, un legno beige molto chiaro con un livello di ossidazione molto basso o il faggio, tipicamente europeo, dalla tonalità rosata, o il rovere, chiaro che però, con il trascorrere del tempo, assume una tonalità giallo paglierino.

I legni rossi sono di provenienza africana o asiatica, come il merbau di un colore più bruno, o il doussiè Africa, dorato-rossiccio, che si presta a differenti usi, anche nel caso di pavimenti con riscaldamento a pannelli.

I legni scuri e i bruni sono sicuramente adatti ad ambienti più ampi e luminosi: i più comuni sono il wengé-panga, essenza africana particolarmente scura non soggetta a cambiamenti di colore e il mutenye, di medesima provenienza, che si presenta in tonalità di colore diverse, dal marrone tendente al giallo fino ad arrivare al grigio tendente al nero.

Tra i bruni citiamo anche delle tipologie molto adatte per ambienti umidi, come bagni e cucine: l’Iroko, un’essenza proveniente dall’Africa, e il teak color tabacco di provenienza sia asiatica, sia africana.

Per altri consigli sull’acquisto del parquet per la tua ristrutturazione casa, contatta il Colorificio Artigiani del Colore o visita il sito https://colorificioartigianidelcolore.com/

Valuta il nostro articolo: Parquet: quale scegliere?

×